SANGUINAMENTO GENGIVALE

Il sanguinamento gengivale non è di per sé una malattia ma è un sintomo di una possibile patologia.

IL PROBLEMA

Il sanguinamento gengivale non è di per sé una malattia ma è un sintomo di una possibile patologia. Infatti quando le gengive sanguinano spontaneamente o più frequentemente durante lo spazzolamento o la masticazione di cibi solidi, significa che è in atto un’infiammazione. Si tende erroneamente a minimizzare questa problematica attribuendola a gengive particolarmente delicate, ma in condizione di salute (e con uno spazzolamento corretto) anche le gengive più sottili non sanguinano.

LE CAUSE

  • Gengivite:
    L’infiammazione che provoca il sanguinamento gengivale ha quasi sempre come causa scatenante una gengivite, un’infiammazione superficiale della gengiva che circonda il dente. È una condizione cronica, solitamente indolore, ma occasionalmente si presenta in forma acuta con dolore e gonfiore. La gengivite è provocata dall’accumulo di placca batterica tra il dente e la gengiva, nel solco gengivale. La terapia più idonea consiste nella rimozione della placca per una guarigione completa e veloce della gengiva. La prevenzione si può ottenere con una corretta igiene orale che evita l’accumulo della placca con l’ausilio di collutori contenenti antisettici specifici come la Clorexidina. Inoltre è opportuno programmare una seduta d’igiene professionale.
  • Parodontite:
    altra causa di sanguinamento gengivale è la parodontite. Si tratta di una forma infiammatoria profonda causata dall’evoluzione di gengiviti non curate. In questo caso l’infiammazione del tessuto gengivale coinvolge anche il legamento parodontale e l’osso di supporto del dente, fattori che possono compromettere la stabilità del dente stesso. La parodontite è più difficile da curare e se presa allo stadio avanzato non permette di recuperare l’osso e la gengiva se non con sofisticate tecniche di chirurgia rigenerativa. Anche la parodontite è spesso asintomatica e per questo in caso di sanguinamento frequente è necessario fissare una visita di controllo dal proprio dentista.
  • Altro:
    i n percentuali molto più basse, il sanguinamento gengivale può essere il segno clinico di patologie più gravi e pertanto in caso di fenomeni prolungati è sempre cosa buona effettuare diagnosi specialistiche rivolgendosi ai propri medici.
PRODOTTI DEDICATI