SENSIBILITÀ DENTINALE

La sensibilità dentinale è definita come una sensazione di dolore acuto e di breve durata che insorge dopo stimoli termici, tattili, chimici o fisici.

La causa risiede nell’esposizione dei tubuli dentinali.
Al loro interno sono contenuti dei fluidi che vengono letteralmente spostati dagli stimoli che causano la sensibilità e comprimono le strutture nervose all’interno della polpa dentaria.

Normalmente i tubuli dentinali non sono esposti al cavo orale, ma possono diventarlo a seguito di recessioni gengivali, erosioni ed abrasioni cervicali o problematiche parodontali.

Anche alcuni trattamenti odontoiatrici possono essere causa di sensibilità: sbiancamenti dentali, otturazioni, levigature delle radici, ma anche la semplice ablazione del tartaro.


PRODOTTI DEDICATI